Questi i precetti del diritto: vivere onestamente, non offendere alcuno, dare a ciascuno il suo. Ulpiano

IN TEMA DI MOBBING E STALKING

La Quinta Sezione, Sentenza n.31273/20, ha stabilito che il reato di atti persecutori è configurabile anche in caso di mobbing allorquando i plurimi atteggiamenti volti ad esprimere ostilità verso la vittima, "preordinati a mortificare ed isolare il dipendente nell’ambiente di lavoro, siano idonei a determinare un vulnus alla libera autodeterminazione della persona offesa, cagionando uno degli eventi previsti dall’art. 612-bis cod. pen.".