Questi i precetti del diritto: vivere onestamente, non offendere alcuno, dare a ciascuno il suo. Ulpiano

INFORTUNIO SUL LAVORO E CONCORSO DI COLPA DELLA VITTIMA

canstockphoto2466883
In caso di infortunio sul lavoro deve escludersi la sussistenza di un concorso di colpa della vittima se il datore di lavoro mancava di adottare le prescritte misure di sicurezza, oppure se impartiva l’ordine, nell’esecuzione puntale del quale si sia verificato l’infortunio oppure, ancora, se trascurava di fornire al lavoratore infortunato una adeg...
Continua a leggere
Tag:
  422 Visite

RICONOSCIMENTO DELLA CITTADINANZA IN CAPO A STRANIERO CHE CRITICA LA CULTURA ITALIANA

canstockphoto11852131
"Non è possibile però esigere dallo straniero, per riconoscergli la cittadinanza, un quantum di moralità superiore a quella posseduta mediamente dalla collettività nazionale in un dato momento storico, sicché il giudizio sulla integrazione sociale dello straniero richiedente la cittadinanza italiana, sebbene debba tenere conto di fatti penalmente r...
Continua a leggere
  362 Visite

IN TEMA DI MANCATA FRUIZIONE DEL RIPOSO GIORNALIERO E SETTIMANALE

canstockphoto125303131
La mancata fruizione del riposo giornaliero e settimanale, in assenza di previsioni legittimanti la scelta datoriale, è fonte di danno non patrimoniale che deve essere presunto, perchè l’interesse del lavoratore leso dall’inadempimento del datore ha una diretta copertura costituzionale nell’art. 36 Cost., sicché la lesione del predetto interesse es...
Continua a leggere
Tag:
  362 Visite

SEPARAZIONE PERSONALE DEI CONIUGI E COLLOCAZIONE DI TUTTI I FIGLI PRESSO IL MEDESIMO GENITORE

canstockphoto10780211
"La tutela del diritto fondamentale di sorellanza e fratellanza impone che in caso di separazione dei genitori, i fratelli e le sorelle devono essere collocati presso il medesimo genitore, salvo che emerga la contrarietà in concreto di tale collocamento al loro interesse. Nel giudizio di separazione personale tra coniugi, l’audizione del minore inf...
Continua a leggere
  787 Visite

IN TEMA DI FECONDAZIONE ETEROLOGA E DISCONOSCIMENTO DELLA PATERNITA'

Il consenso del padre non è più revocabile quando sia stata ormai avviata la preparazione dell’embrione destinato all’impianto.

Continua a leggere
  501 Visite

IN TEMA DI MANTENIMENTO DOVUTO ALLA EX MOGLIE E LICENZIAMENTO

E' giustificata la riduzione dell’assegno di divorzio nel caso in  cui l’ex marito abbia perso il lavoro e la ex moglie non abbia visto peggiorare le proprie condizioni personali, essendosi trasferita presso la famiglia di origine.

Continua a leggere
  521 Visite

IL FIGLIO MAGGIORENNE CHE ABBANDONA IL POSTO DI LAVORO A TEMPO INDETERMINATO NON HA DIRITTO AL MANTENIMENTO

Nel caso in cui il figlio maggiore di età abbandoni il posto a tempo indeterminato, per sceglierne altro a tempo determinato, non si verifica la reviviscenza dell’obbligo del genitore al mantenimento.

Continua a leggere
  339 Visite

IL TOUR OPERATOR RISPONDE ANCHE DEL DANNO DA VACANZA ROVINATA IN CASO DI RAPINA CONSUMATASI ALL'INTERNO DEL VILLAGGIO TURISTICO

Il tour operator risponde dei danni, compresa la vacanza rovinata, per la rapina subìta dal viaggiatore all’interno del villaggio turistico purché sussista la gravità della lesione e la serietà del pregiudizio patito dall’istante, al fine di accertarne la compatibilità col principio di tolleranza delle lesioni minime.

Continua a leggere
  329 Visite

VIOLENZE AI DANNI DEL CONIUGE, ADDEBITABILITA' DELLA SEPARAZIONE PERSONALE E COMPARAZIONE DEI COMPORTAMENTI

"Le violenze fisiche e morali, inflitte da un coniuge all’altro, costituiscono violazioni talmente gravi dei doveri nascenti dal matrimonio da fondare, di per sé sole, non solo la pronuncia di separazione personale, in quanto cause determinanti l’intollerabilità della convivenza, ma anche la dichiarazione della sua addebitabilità all’autore di esse, e da esonerare il giudice del merito, che abbia accertato siffatti comportamenti, dal dovere di comparare con essi, ai fini dell’adozione delle relative pronunce, il comportamento del coniuge che sia vittima delle violenze, trattandosi di atti che, in ragione della loro estrema gravità, sono comparabili solo con comportamenti omogenei."

Continua a leggere
  554 Visite

RESPONSABILITA' CIVILE DA SINISTRO E PEDONE CHE TIENE UNA CONDOTTA IMPREVEDIBILE ED ANORMALE

In tema di responsabilità civile da sinistri derivanti dalla circolazione stradale, "in caso di investimento di pedone la responsabilità del conducente è esclusa quando risulti provato che non vi era da parte di quest’ultimo alcuna possibilità di prevenire l’evento, situazione questa ricorrente allorché il pedone tenga una condotta imprevedibile ed anormale, sicché l’automobilista si trovi nell’oggettiva impossibilità di avvistarlo e comunque di osservarne tempestivamente i movimenti; tanto si verifica quando il pedone appare all’improvviso sulla traiettoria del veicolo che procede regolarmente sulla strada, rispettando tutte le norme della circolazione stradale e quelle di comune prudenza e diligenza incidenti con nesso di causalità sul sinistro."

Continua a leggere
  462 Visite

MINORE NON ACCOMPAGNATO E RAPPRESENTANZA LEGALE

Il minore non accompagnato giunto in Italia deve avere una rappresentanza legale nel più breve tempo possibile. Ciò si concretizza attraverso l’apertura di una tutela e la nomina di un tutore da parte del giudice tutelare del luogo dove si trova la struttura di accoglienza.

Continua a leggere
  501 Visite

GENITORE STRANIERO E AUTORIZZAZIONE A RESTARE IL ITALIA AL FINE DI ACCUDIRE LA PROLE: NEGATA SE SI E' DISINTERESSATO DI QUESTA

Il cittadino straniero non è autorizzato a restare in Italia per accudire i figli minori - ivi nati - se dopo il divorzio si è disinteressato di loro: non è tutelabile la posizione al fine di un eventuale recupero del ruolo genitoriale perchè tale disinteressamento era stabile e di lunga durata.

Continua a leggere
  640 Visite

DIVORZIO: CONFLITTUALITA' TRA I GENITORI ED AFFIDAMENTO AL SERVIZIO SOCIALE

Pur essendo intervenuto il divorzio ed avendo compiuto il figlio minore l'età di anni 12, ben può essere confermato il limite alla responsabilità dei genitori e l’affidamento al servizio sociale del Comune, con collocamento presso la madre, se la conflittualità tra i genitori perdura.

Continua a leggere
  440 Visite

DIVORZIO E FAMIGLIA DI FATTO: DEFINITIVAMENTE ESCLUSO IL DIRITTO ALL'ASSEGNO DIVORZILE IN CAPO ALL'EX CONIUGE

"La instaurazione, da parte del coniuge divorziato, di una nuova famiglia, ancorché di fatto, rescindendo ogni connessione con il tenore ed il modello di vita caratterizzanti la pregressa fase di convivenza matrimoniale, fa venire definitivamente meno ogni presupposto per la riconoscibilità dell’assegno divorzile a carico dell’altro coniuge, sicché il relativo diritto non entra in stato di quiescenza, ma resta definitivamente escluso."

Continua a leggere
  339 Visite

PROTEZIONE INTERNAZIONALE ALLA DONNA A CUI VIENE IMPOSTO UN MATRIMONIO FORZATO E COMBINATO

Deve trovare riconoscimento la protezione internazionale alla donna che ha lasciato il suo Paese di origine, la Nigeria, per evitare un matrimonio forzato e combinato dai genitori: si tratta di una grave violazione della dignità foriero di grave danno alla persona.

Continua a leggere
  444 Visite

PERMESSO DI SOGGIORNO SCADUTO E NUOVE CIRCOSTANZE SOPRAVVENUTE

Quando sia scaduto, il permesso di soggiorno per motivi umanitari può essere rilasciato solo se l’istante abbia evidenziato nuove circostanze sopravvenute valutabili ai fini dell’espellibilità.

Continua a leggere
  345 Visite

ABBRACCIARE IL CREDO DEI TESTIMONI DI GEOVA NON COMPORTA AUTOMATICAMENTE, NEPPURE NEL MATRIMONIO CONCORDATARIO, ADDEBITO DI SEPARAZIONE O AFFIDO ESCLUSIVO DELLA PROLE

Il mutamento di religione da parte di un coniuge non può essere causa dell’addebito della separazione, neppure nell’ambito di un  matrimonio concordatario perché aspetto estraneo alla disciplina civilistica del vincolo, né dell’affido esclusivo all’altro genitore, sempre che  non si pongano in essere “indebite pressioni o condizionamenti, volti ad imporre l’accettazione del credo paterno, in contrasto con la libertà dei minori di seguire, nell’ambito del processo di maturazione complessiva della loro personalità, un proprio particolare percorso anche nel predetto settore.”

Continua a leggere
  484 Visite

OPPOSIZIONE ALLA DICHIARAZIONE DI FALLIMENTO E DEBITI RISULTANTI OLTRE A QUELLI INDICATI NEL PASSIVO GIA' FORMATO

“Nel giudizio di opposizione alla dichiarazione di fallimento, la verifica…dello stato d’insolvenza dell’imprenditore commerciale esige la prova di una situazione d’impotenza, strutturale e non soltanto transitoria, a soddisfare regolarmente e con mezzi normali le proprie obbligazioni, valutate nel loro complesso, in quanto già scadute all’epoca della predetta dichiarazione e ragionevolmente certe.”I debiti non si limitano alle risultanze del passivo formato ma comprendono anche “quelli emergenti dai bilanci e dalle scritture contabili o in altro modo riscontrati, anche se oggetto di contestazione, quando (e nella misura in cui) il giudice dell’opposizione ne riconosca incidentalmente la ragionevole certezza ed entita’.”

Continua a leggere
  298 Visite

RISTRUTTURAZIONE DI IMMOBILE PIGNORATO IN PENDENZA DEL PROCESSO ESECUTIVO

Qualora, in pendenza di un processo esecutivo, si eseguano interventi sull’immobile pignorato, non si può, successivamente, esercitare contro l’aggiudicatario un’azione di indebito arricchimento al fine di recuperare il denaro  investito per la ristrutturazione.

Continua a leggere
  551 Visite

SEPARAZIONE DEI CONIUGI E ASSEGNAZIONE DELLA CASA FAMILIARE LIMITATA AD UNA PORZIONE DELL'IMMOBILE

Il giudice, discrezionalmente, nel superiore ed esclusivo interesse dei minori,“puo’ limitare l’assegnazione della casa familiare ad una porzione dell’immobile, di proprieta’ esclusiva del genitore non collocatario, anche nell’ipotesi di pregressa destinazione a casa familiare dell’intero fabbricato, ove tale soluzione, esperibile in relazione del lieve grado di conflittualita’ coniugale, agevoli in concreto la condivisione della genitorialita’ e la conservazione dell’habitat domestico dei figli minori “.

Continua a leggere
  540 Visite
Privacy policy - Cookie Policy                         

Copyright © 2016-2021 by Studio Legale Piana - P. IVA: 02648510903